• Silvia Pollice

Lo stile liberty del Consolato USA: l'ex tiro a segno nazionale in Alpha District

Con il suo inconfondibile stile architettonico liberty tipico della Milano di inizio ‘900, l’ex Poligono della Cagnola, attualmente in fase di restyling, ospiterà la nuova sede del Consolato statunitense, diventando allo stesso tempo uno degli edifici di punta di Alpha District.


Progettato nel 1906 dal maggiore del Genio militare Silvio Gariboldi, il Poligono della Cagnola, situato nell’ex Piazza Bersaglio (oggi nota come Piazzale Accursio), si estendeva inizialmente su un’area di circa 70.000 mq. Durante la Seconda Guerra Mondiale fu risparmiato dai bombardamenti aerei e, nel 1972, fu interamente ristrutturato per rispondere alle nuove esigenze di sicurezza: l'area del poligono fu ridimensionata ed allontanata da Piazzale Accursio, mentre la nuova sede, funzionante dal 1978, fu costruita nell’area accanto, rimanendo ancora oggi una delle migliori d'Europa.


Nel 1985, la palazzina liberty, considerata uno dei gioielli architettonici della città, fu classificata come “monumento” (ai sensi della l. 1089/1939) ed affidata al Provveditorato Regionale alle Opere Pubbliche ma, a causa delle spese eccessive di manutenzione, venne prima abbandonata a se stessa e poi riadattata dall’Arma dei Carabinieri come alloggio di servizio e deposito per mezzi da demolire.


Tra il 2008 e il 2013, il complesso catturò l’attenzione del Governo federale degli Stati Uniti d’America, che decise di acquistarlo per stabilirvi la sua nuova sede consolare.



Il futuro dell'edificio: il Consolato USA

Il progetto del nuovo complesso diplomatico è frutto della partnership tra gli studi Genius Loci Architettura di Milano e RTKL di Washington D.C., ma il processo di vendita al Governo federale statunitense dell’immobile e dell’area circostante è stato seguito dalla Soprintendenza ai Beni Artistici e Monumentali di Milano, per via del vincolo monumentale.

Tra le novità trapelate, la sede consolare avrà un nuovo ingresso che ridà su via Gallarate, immerso negli spazi verdi e tra gli edifici storici dell’area del tiro a segno. Inoltre, gli edifici esistenti subiranno un’opera di restauro conservativo, dove avranno luogo una galleria espositiva, nonché diverse aree di accoglienza e di accesso agli uffici consolari.



L’edificio principale, invece, ubicato dietro il fabbricato storico del poligono di tiro, si svilupperà per circa 6.000 mq e ospiterà gli uffici diplomatici. Infine, la cancellata storica che delimita l’area e che si affaccia su Piazzale Accursio sarà ugualmente mantenuta e riportata al suo antico splendore. Attualmente situato in Via Principe Amedeo (zona Turati-Donegani), il Consolato generale degli Stati Uniti andrà ad occupare la nuova location nell'arco di qualche anno.


Ph credits: Claudio Furlan/LaPresse per Corriere.it, e Fanpage.it

CONTATTACI

info@alphadistrict.it

tel +39 0249791987