• Giorgia Andrea Bergamasco

UN VORTICOSO VIAGGIO NELL'IMMOBILITÀ.

Paulina Herrera Letelier porta al Fuorisalone 2021 un’opera materica che dialoga con lo spaziotempo.



Nella cornice del Fuorisalone di Alpha District, il design quest’anno ha riscoperto la sua anima fluida e outdoor – perfettamente compatibile con la situazione quasi post COVID-19 con cui la Milan Design Week 2021 ha dovuto fare i conti.


Come palcoscenico urbano del debutto di Alpha, piazza Gino Valle ha visto ravvivare la sua immagine grazie all’installazione sulla sua superficie di esposizioni e opere di design.

L’ampia estensione e la collocazione geografica della piazza, collegata all’oasi verde del Parco del Portello tramite un ponte-passerella ciclopedonale, la rende raramente luogo di ritrovo, quanto più di passaggio.

Alpha District si è basato quindi su questo aspetto fondamentale per la disposizione delle opere, facendo sì che i progetti outdoor attraessero il maggior numero di visitatori tra cui i molti curiosi che potevano imbattervisi casualmente.


Tra le opere che hanno riscosso maggior successo, l’attrattiva di Tape #04 – On wave è del tutto peculiare e distintiva.

La scultura è realizzata dall’artista cilena a tutto tondo Paulina Herrera Letelier in collaborazione con FREM Group, azienda che opera nel settore del cemento armato con cui ha instaurato un sodalizio rafforzato ormai in più occasioni.

La designer-architetta-scultrice si muove con la sua arte nella dimensione dello spazio in divenire che imprime nelle sue opere fortemente solide e materiche.

Tape #04 ricade perfettamente in questa realtà ed essendo l’ultima opera della serie Concrete Tapestries, richiama già dal titolo il dinamismo quadrimensionale del cemento così com’è stato modellato e reso arte dalla stessa Paulina Herrera Letelier.


La forma sospesa, ondeggiante e flessibile, del cemento ci pone dinanzi ad una struttura contraddittoria nelle cui pieghe è racchiusa la percezione contemporanea del piano e del volume.

La forma di Tape #04 – On wave risulta nella sua totalità grazie alle ombre riflesse nella pavimentazione della piazza, che muovendosi in base alla posizione del sole mettono in moto l’intera scultura.

La composizione dell’opera conta di una miscela di cemento, inserti naturali e materiali di riciclo assemblati e fissati sotto forma di pannelli prefabbricati.

Tape #04 è formata inoltre da una seconda parte che completa e bilancia la prima in altezza in quanto si sviluppa nello spazio attraverso una costruzione ad aria in acciaio presagomato con una base sempre in cemento.



Altezza e lunghezza quindi sono solo due delle dimensioni in cui la scultura collocabile tra arte e design si espande: spazio, tempo e memoria – il volume di Paulina Herrera Letelier accompagna l’occhio del fruitore in un viaggio tenendo però i piedi ben piantati per terra.


Artista dall’anima sempre aperta e in cerca di nuove ispirazioni, Paulina Herrera Letelier progetta Tape #04 proprio pensando all’interazione con il pubblico.

Il rapporto tra il visitatore e il volume è facilitato dall’orizzontalità della scultura, fruibile come seduta, gioco o trampolino per skate. Ed è stato proprio lo skateboarding, sport già molto praticato sulla superficie della piazza che si presta molto data la sua peculiare pendenza, ad aver avuto un contatto più costante con Tape #04 durante il Fuorisalone. Questa unione di successo è stata resa possibile anche grazie al suo posizionamento in linea con le vie di scorrimento degli skaters – spesso ritratti in scatti o video proprio durante le loro energiche e preziose interazioni.

È proprio in questo aspetto sociale che viene rivelata la volontà ultima di Paulina Herrera Letelier, ossia quella di realizzare opere simbioticamente immerse nel territorio che le ospita in uno scambio continuo e stimolante.


Tape #04 – On wave: l’apparente freddezza del cemento ha saputo animare la piazza più grande di Milano dietro l’occhio empatico e attento di Paulina Herrera Letelier.


Ph credits: video del work in progress di Tape #04 – On Wave di Barbara Pau; dettaglio del progetto Tape #04, di FORO Studio; immagine di piazza Gino Valle, di FORO Studio.